Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 3 giugno 2006

Ebook Oggi per caso mi sono imbattuta in un articolo in D di Repubblica che affrontava la questione- sempre che per voi rappresenti una questione- dell’ e-book, del suo avvento sul mercato, del lancio della Sony e così via..

mm..interi scaffali risucchiati da un cheap.. è questa l’inquietantissima immagine che mi si è profilata.. intendiamoci, io adoro la tecnologia, internet e via dicendo, altrimenti non sarei qui, ma cercherei di mandare segnali di fumo , tuttavia temo di avere un attaccamento quasi morboso ai miei adoratissimi libri CARTACEI.. eh sì, perchè quell’odore lì, quel buon odore di libro per me è veramente confortante!Libri

Riaprire un libro letto magari chissà quanto tempo fa è come ritornare in una casa calda e accogliente e avere la possibilità di riassaporare sensazioni di un tempo già andato. Non riesco a immaginare un attaccamento per un libro che non posso sfogliare con le dita e che non posso "annusare".. E i miei vecchi libri di famiglia? La Divina Commedia o i Promessi Sposi con le note accanto di mia madre? Ché mentre studiavo la immaginavo lì, ricurva anche lei a sottolineare, a capire e interpretare..

Non so, forse ai miei nipotini piaceranno tanto gli e-books, ma continuo a sognare una casa con una grande libreria alta fino al soffitto piena zeppa di libri, librini e libroni, comprati ai mercatini dell’usato magari, restaurati, regalati, trovati nella spazzatura (e sì, mi è successo anche quello)Libri_2, riciclati, insomma di tutto di più, purchè di carta, con la costola della copertina da tastare ben bene e da inforcarsi gli occhiali per trovare quello che mi piace di più..

Insomma, toglietemi tutto ma non il mio vecchio libro ultraterreno e poco virtuale!

Read Full Post »

Poseja

Non tutti sanno cosa significa "poseja": bhe, sta a metà tra tedio e ozio forzato, o almeno io la intendo così (sì, perchè è femminile)..Starfish

E stasera è proprio una serata caratterizzata dall’inquietudine che deriva dal non saper assolutamente capire cosa si vuole: vado a letto (ma è solo mezzanotte per me nottambula) oppure leggo un libro- per essere precisi non uno qualunque, ma "Il maestro e margherita" di Bulgakov- o entrambe le cose insieme.. Avrei preferito un bagno caldo..ma..non ho voglia di riempire la vasca.

Ora mi sento come una di quelle stelle marine che se ne stanno lì sulla spiaggia davvero per sbaglio a disseccare al sole: penso proprio che se potessero se ne andrebbero, ma chissà poi cosa le ha portate lì.

E’ notte ma sento che sto disseccando al sole e non ho davvero la forza di andarmene..forse non è solo poseja..

Read Full Post »