Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 giugno 2008

Troppo amore.

Pensavo a mio padre.

Alla mia mano nella sua.

A quello che eravamo e non siamo più.

All’amore incondizionato e cieco che ti porta a perdonare e a tornare indietro.

E’ dura ricordare e avere la certezza che nulla sarà mai come quando avevo l’illusione nelle mani.

Vedo tante cose. Da adulta. E capisco.

Ma rimango figlia, rimango bimba che si affida e che non capisce perchè non se lo puo’ permettere.

Quando un uomo, il tuo uomo per eccellenza,

piange e si appoggia a te che non puoi sorreggerlo che si fa?

Io ci ho provato a sorreggere i suoi demoni.

Ma non avevo fondamenta.

Ed ora che ce le ho, scappo.

Mi piego, mi devasto un po’, mi ritraggo.

Ma lo amo per quello che era.

Non per quello che è.

Read Full Post »