Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Non di solo pane..’ Category

Tra le mille opportunità a mia disposizione, tipo fare la fescion blogger o trasformare il blog in una esilirante vetrina dei miei guai, ho scelto di continuare a far sì che il blog sia il mio diario, cosa fortemente terapeutica per me.

Non importa avere pochi lettori, sono esibizionista solo nella vita reale.. in quella virtuale sono riservata e paranoica.

Queste due righe le sto scrivendo in un momento di pausa nella mia attuale vita quotidiana, in cui mi fuma il cervello..

..faccio due lavori attualmente, di cui uno pagato il giusto (leggi: minimo sindacale), ma stupendissimissimo (laboratori nelle scuole), e l’altro non pagato affatto, forse prima o poi per qualche strano incrocio astrale pioverà un rimborso spese…e anche questo lavoro fatto solo per passione ( inserimento lavorativo di ragazzi disabili in un ristorante) e per qualcosa che ancora non mi so spiegare, visto che la fatica e le responsabilità sono tante.

Facendo un breve punto della mia vita posso dire che la famiglia mi rompe ancora le scatole, ma sto imparando a sopravvivere (vedi la sopravvivenza grazie ai dieci passi ) e a ritagliarmi momenti di solitudine in cui posso pensare alla mia pace e tranquillità ( tipo far sciogliere in bocca lentameeente caramelle gommose prima di andare a nanna..e guai a chi mi parla di dentista, lo strangolo!!!), insieme a tutte le occasioni che cerco di non perdere per stare con le persone a cui voglio bene ( tipo Michele, il mio amico che si è commosso quando gli ho consegnato un pezzo di ‘nduja rosso che più rosso non si può, direttamente dalla Calabria). E sì, c’è il Figlio Unico, grande, grosso (e un po’ peloso) e morbidoso, anche lui molto terapeutico (un po’ meno da quando si è comprato una batteria..meglio non essere nei paraggi quando prova ossessivamente quel ritmino lì con cui si è fissato..) e strategico quasi (ho detto quasi) quanto la caramella gommosa di cui sopra..

Insomma, ma di che mi lamento??!!

Ecco una foto della coppia Aureolina- Figlio Unico paparazzati in un momento di intimità (ovvero la consegna della caramella gommosa prima della nanna).

E non credete al Figlio Unico quando rettificherà tutto questo dicendo che la nostra VERA foto è questa..

..anche se ho gli occhi verdi..ne ho DUE almeno!!

Ecco, reportage concluso.

Questo post si autodistruggerà entro una settimana forse.

Annunci

Read Full Post »

Evviva!!

Le feste sono finite.. ed io sono SOPRAVVISSUTA!!!

🙂

Ahhh, ora sì che ho nuove prospettive di vita e lavoro: farò la GURU DEI 10 PASSI.. e AIUTERO’ MILIONI DI PERSONE NEL MONDO così!!

Unico problema: è un lavoro stagionale.

mumble muble.

suggerimenti?

Read Full Post »

Non mi capita tanto spesso di rimanere a casa una sera come se aspettassi qualcuno o qualcosa,

in trepidazione, come un appuntamento importante a cui non si può mancare.

In questi giorni è stato così, ieri in particolare.

Come quando il sabato c’era “Super Quark” e la mia famiglia si stringeva sul divano tutta insieme,

in attesa del “nostro” Piero Angela che spiegasse tutto con la chiarezza e la calma di chi ama la scienza.

Nel mio piccolo, ho replicato quell’abitudine.

Io e il Figlio Unico,insieme,  a vedere “Vieni via con me”, l’ultima puntata ieri.

Ho ridato un senso alla televisione, mi è stato detto che la concorrenza proponeva in opposizione il Grande Fratello le volte scorse.. non c’è che dire. Ci sono davvero due Italie allora.

Beh, io sono con quella che piange Monicelli oggi, e con quella che si indigna per lo smantellamento dell’Università e per la distruzione della conoscenza libera da vincoli politici e da interessi privati. E sono con quell’Italia che si è rotta le scatole di farsi venire l’ulcera guardando “Anno Zero” e la Gabanelli, tentando di resistere dopo all’imminente voglia di cambiare continente.

So bene che lamentarsi così non cambia le cose, ma mi sento meno sola.

Ieri mi sentivo meno sola e meno sconfortata vedendo Saviano.

Pensavo: ” Glielo dobbiamo, dobbiamo resistere,  per il suo coraggio quotidiano. Per il suo esserci nonostante tutto”.

Mi piace pensare che ieri sia stato così per molti.

Forse per più di metà Italia.

Speriamo.

Read Full Post »

Andare ad una riunione di lavoro con le forbici affilate in tasca non è una mia prerogativa, di solito.

Ma scoprire che a subire il taglia e cuci sarai tu,

non ha prezzo.

Sul serio.

Dunque..

..Affiliamoci.

Che vi credevate??

Io non mollo.

Read Full Post »

Sono sparita per un po’, ne avevo bisogno..

..e sono ritornata nel posto che mi restituisce a me stessa e mi rimette al mondo , l’Ogliastra.

Cala Mariolu, golfo di Orosei

Cala Moresca, Arbatax.

Queste due foto le ho scattate in una spiaggia nei pressi di Cea, vicino a Bari Sardo. Sono una sorta di “piscinette” naturali, con l’acqua caldissima che in alcuni tratti sa di zolfo. E in effetti la sabbia è densa, scura, quasi lavica, piacevolissima al tatto. Non posso descrivere la goduria che si prova a camminare su quella sabbia, sembra quasi velluto.

A Cala Mariolu ci torniamo ogni anno, è bellissima. Anche Cala Moresca è molto bella, peccato per i frequentatori della spiaggia, che la sciupano lasciando bottiglie di plastica e comportandosi come se il mare fosse loro..mi spiego meglio:

io e il Figlio Unico siamo scappati (decisamente indignati) nel momento in cui i bagnanti hanno cominciato a raccogliere piccole meduse con i bastoncini di legno per poi lasciarle morire al sole. Mi spiace, ma io la caccia alle meduse non l’ho mai tollerata. E in quel contesto poi, in quel paradiso naturale, dove le meduse erano piccolissime, poco numerose e facilmente evitabili, visto che se ne stavano tranquille tra uno scoglio e un ‘altro, in un posto che era casa loro, ed eravamo noi ad essere gli ospiti..

Ho tantissime foto, alcune veramente buffe..altre suggestive.. vediamo se riesco a caricarne un po’..

Questo era un piccolo fiume, nella zona di Planargia sempre a Bari sardo, a fine tramonto..beh non so se la foto rende l’atmosfera, ma l’effetto del cielo sull’acqua era bellissimo!

Mm.. vorrei  raccontare la discesa per arrivare alla spiaggia di Pedra Longa, con i cinghialini, le mucche che attraversano serie serie la strada..e la mia caduta storica, di cui esisteva anche una prova video, che ho fatto immediatamente censurare temendo sfottò immani. Non so se mi sono pentita. Comunque mi fa ancora male il fondoschiena..

Vabbè destino tutto al prossimo post..

A presto!!

Buone vacanze a tutti!

Read Full Post »

In questi giorni di pioggia, dentro e fuori direi,

un po’ di musica fa bene a tirarsi su..

..e, lo dico pubblicamente, anche i post di michelinastreghina aiutano tantissimo!!

Mi fai schiantare dalle risate Michy!!

Evvai, stavolta ti dedico il mio momento musica..come si faceva ai tempi della scuola con la radio a tutto volume!

Buon venerdì a tutti!

🙂

Read Full Post »

E va bene che credo nelle buone cause,

e va bene che sono la prima a fare volontariato,

e va bene che non conto mai le ore di lavoro in più quando si tratta delle suddette buone cause..

.. ma chiedermi di farmi un culo a paiolo a gratis anche stavolta no ehhhh!!!!

Ma sono l’unica a dover pagare un affitto e delle bollette?

Così, per caso..ho scoperto che chi fa tanti discorsi alti e nobili o non ha di queste esigenze, o non sente la fame.

mmm.

diventare adulti significa anche scoprire questo?

se  è così..io voglio tornare indietro.

Read Full Post »

Older Posts »