Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘TIME’

Preso il tempo necessario,

ascoltati tutti i cambiamenti fuori e dentro di me,

ho deciso di essere avida con me stessa e di pretendere.

Di più e di meglio.

Mi spingo a forza giù dal letto in questi giorni,

mi spingo giù a forza, tanta tanta forza.

Stringo i denti, pensando che posso farcela se voglio.

La determinazione di ripetermi che non voglio veder crescere le piante,

appassire i muri, il tempo che sgretola e consuma,

senza farne parte, senza impazzire dietro al meccanismo per trovare la soluzione,

la via d’uscita.

Tutto là fuori corre e si dispera, in cerca di un posto, in cerca di una vita.

Ed io più corro, più mi dispero, più vado a fondo

e resto lì dove mi ero trovata all’inizio.

Sempre lì.

Allora, non corro, non mi dispero,

ma vado.

Forse sono fatta per camminare e basta,

seguire la mia strada,

senza devastare il mio tempo.

Annunci

Read Full Post »

..e il tempo non dà scampo,

ti lascia lì così a pensare di te e degli altri e del mondo e del come eravamo.

Ma dentro, dentro lo senti ancora quel vento forte,

che ti graffiava la faccia, che ti buttava giù le lacrime al sapor di moscerini,

mentre scendevi giù rapida rapida

per quelle discese.

Senza freni, senza pedali, senza cambi e scambi,

solo immediato, solo asfalto e sole e l’acqua che finiva sempre in quella borraccia.

Solo sorrisi, solo vento.

Niente legami, miente morse.

Solo futuro.

I desideri non invecchiano quasi mai con l’età,

ed io li sento dentro ancora forti,

sento ancora l’argilla nelle mie mani.

Devo ancora tirar su, costruire, fare, essere.

Devo ancora arrampicare e togliere la terra sotto le unghie.

Ho tanto ancora, e non ho niente ancora.

Ma sono qui. E devo andare.

Tanta strada ancora.

Tante strade.

Solo futuro.

 

Battiato, che la sa lunga,  mi ha prestato il titolo.

Read Full Post »

Non sono mai contenta di tornare qui giù,

giù in tutti i sensi,

il mio inferno personale,

i ricordi sparsi tra due case,

due genitori che si puntano lame di coltello addosso come fossero indici.

Ma per alcune cose vale la pena di lottare, difendo ciò in cui credo e ciò che amo con le unghie e con i denti. Eccolo qui, l’anima che mi accompagna da ben dieci anni,

di lui ho già detto,

abbiamo passato nottate insieme stretti stretti sulla spiaggia contro il vento,

abbiamo pianto, e tanto insieme.

Lui c’era quando il mondo sembrava ripiegarmisi addosso,

io quando il suo è crollato davvero, con il padre che andava via lontano dal dolore.

Come sempre, ti voglio bene, alla vita, alla morte, a tutto ciò che ci è dato di vedere.

Read Full Post »